L'importanza del LOGO per un'azienda

Il logo è un elemento grafico al quale gira intorno tutto. A partire dal branding aziendale fino alla grafica pubblicitaria di volantini e manifesti. Esso contribuisce in modo concreto a costruire l’identità di un marchio esternando il cuore di un’azienda e permette di differenziarsi nel posizionamento con i vari competitor e comparable sul mercato.

Fatta questa prima parentesi ci si può soffermare su cosa vuol dire letteralmente LOGO. Il termine è l’abbreviazione di logotipo nonché la raffigurazione grafica di un brand o di una marca. Il logo è di base un’immagine che definisce come un’azienda o una persona viene percepita all’esterno di essa (visione del cliente sull’azienda).

Molto spesso quando si parla della creazione di un logo, e nello specifico di logo design, non si conoscono realmente le basi per poter costruire un logo.


Qui sotto vi verranno elencati i punti fondamentali a cui bisogna far riferimento per far sì che un logo sia efficace:


- SEMPLICE → bisogna puntare sulla costruzione di un logo semplice che permetta di ottenere qualcosa che sia facilmente riconoscibile e identificabile. Bisogna quindi evitare inutili grafiche e font che arricchiscono l’immagine ma, allo stesso tempo, indeboliscono la loro riconoscibilità;


- VERSATILE → il logo DEVE essere adattabile su qualsiasi forma o superficie, bisogna che sia di una risoluzione sia stampato (dal biglietto da visita al cartellone pubblicitario di tre metri) che digitale. Di base i loghi vanno progettati con software adatti alla grafica vettoriale come Illustrator;


- APPROPRIATO → un logo d’effetto deve essere adeguato al target di riferimento a cui si rivolge una determinata azienda. Il logo avere una coerenza con ciò che l’azienda produce e vende e soprattutto con ciò che vuole trasmettere al cliente;


- RIDUCIBILE → un logo per essere veramente funzionale e utilizzabile bisogna fare varie prove per poter capire, all’effettivo, se possa essere riducibile (una volta stampato) per poi utilizzarlo a seconda delle varie esigenze dell’azienda.

Per quanto riguarda la creazione del logo, a livello pratico, bisogna prima di tutto seguire determinate fasi prima di arrivare al progetto vero e proprio. La progettazione è fondamentale se si vuole creare qualcosa che rimani impresso nella mente dei clienti e per far sì che venga riconosciuta la propria azienda. Senza un progetto primario su ciò che si vuole creare non si può iniziare nessun progetto nel pratico, o meglio, si può ma non avrà una finalità eccelsa.


Ecco elencati le fasi principali sulla creazione di un di un logo:


- BRIEF AZIENDALE → creazione di un documento in cui l’azienda cerca di spiegare quali siano le necessità principali descrivendo le sue attività, i propri obiettivi e le promesse che si prestabilisce di raggiungere sia come azienda che per il cliente. Stanzialmente un’azienda va prima di tutto studiata sotto tutti i suoi aspetti perché senza questa prima analisi non si potrebbe realizzare un logo che comunichi realmente chi è l’azienda di riferimento. E’ di fondamentale importanza leggere il brief, schematizzarlo ed estrapolare le parole chiavi su cui basare la creazione del logo. Le keywords sono la fase primaria di ogni costruzione di un logo e devono essere comprese per poter operare realmente in modo efficace.


- BOZZETTI → una volta approfondito e schematizzato ciò che è il fulcro dell’azienda si può passare all’abbozzare i primi schizzi di logo. Non bisogna mai fare l’errore di passare subito allo schermo e alla realizzazione su Illustration perché avreste un forte limite che un semplice carta e penna non vi concederanno mai. In questa fase le parole a cui fai riferimento (keywords) devono trasformarsi in bozzetti concreti. Oltre alla creazione di alcuni bozzetti primari bisogna anche concentrarsi sulla realizzazione o scelta del font per il logo. E’ sempre utile avere già uno studio e scelta sul font che si vuole utilizzare e soprattutto sapere che cos’è un font e sulle tipografie.


- NAMING → fatta una prima analisi di concept bisogna concretizzare e puntare su almeno 3 diverse idee di progetto da proporre all’azienda in modo che loro possano scegliere. Durante il concept bisogna radunare tutte le parole chiave e tutti i bozzetti e scegliere le idee migliori venute in fase di lavorazione ovvero bisogna creare un documento di bozza con all’interno tutto il percorso svolto per la creazione di un logo, ma anche molto generale. Successivamente ci si aspetta un feedback da parte dell’azienda in vengono prese in considerazioni le opinioni e le scelte in modo da continuare a svolgere e concretizzare il progetto. un elemento importante è il NAMING ovvero il modo in cui il nome dell’azienda sarà scritto nel logo.


- DEFINIZIONE DEL PITTOGRAMMA E LA SCELTA COLORI → a questo punto bisogna definire il pittogramma creando una griglia con dimensioni ben precise e prestabilite nel concept rispettando gli spazi e le misure prestabilite. Questo sarà l’elemento distintivo del marchio e dell’azienda nella sua totalità e quindi bisogna porsi anche delle domande, da mantenere come punti fermi, per capire se si è realizzato un ottimo progetto o meno:


1. hai sviluppato qualcosa di originale?

2. hai eseguito le regole di cui si è accennato all’inizio dell’articolo?


- BRAND MANUAL → la presentazione è di GRANDE IMPORTANZA. A maggior ragione la presentazione di un logo a livello professionale comporta la realizzazione del brand manual. Esso è un manuale stampato che viene consegnato all’azienda a progetto concluso in cui viene presentato il logo con tutte le sue applicazioni. All’interno del brand manual bisogna analizzare e spiegare nel dettaglio il percorso creativo, la presentazione del logo nella sua interezza con le dimensioni reali, le sue varianti monocromatiche, in scala di grigio, in negativo, per colore, l’elemento grafico pittogramma da solo oppure una variante a dimensioni ridotte che non pregiudichi l’interezza.


A seconda dell’azienda per cui si sta lavorando si possono anche realizzare immagini di mock-up con l’applicazione del logo. Vanno anche date indicazioni sulla scelta dei font da utilizzare in accompagnamento ai loghi.


Il brand manual è un vero e proprio manuale che viene rilasciato proprio per dare la sicurezza e tutto ciò di cui hanno bisogno le aziende per l’utilizzo massimale del proprio logo.


Queste sono le linee guida che un grafico professionale, bene o male, segue per la creazione di un logo design e la struttura che segue per creare un marchio d’effetto per un’azienda.

Safra Media Srl

P.IVA: 11175750014